Sindrome

Il Disturbo dello Spettro Autistico rappresenta un insieme eterogeneo di Condizioni del Neurosviluppo -che si manifestano in età precoce- caratterizzate da difficoltà nella comunicazione e nell’interazione socialee dalla presenza di comportamenti e interessi ristretti e ripetitivi. Tali disturbi esordiscono nei primi anni di vita, ma coinvolgono l’intero sviluppo mentale dell’individuo.

La terminologia adottata dalla nuova classificazione diagnostica del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali quinta edizione (DSM-5 ) (America Psychiatric Association, 2013) rimanda a una visione dimensionale della  che appare al momento ideale per rappresentare la continuità tra l’autismo e gli altri disturbi compresi nella categoria stessa.

Secondo tale prospettiva, la sintomatologia del Disturbo dello Spettro Autistico rappresenterebbe l’estremo finale, con significato patologico, di un continuum di difficoltà che possono essere evidenziate anche all’interno della popolazione generale.